mercoledì 30 settembre 2015

Baby Fatina - OOAK Doll in Pasta Sintetica

"Ma quanto rumore fanno gli umani?!" sembra chiedersi questa piccola Fatina nata qualche giorno fa da una pallina di pasta sintetica ^__^ 

Baby Fatina OOAK modellata in Pasta Sintetica by Celidonia

Chissà per quale tipo di umano suono la Baby Fata si copre le orecchie, vi chiederete... Beh, ho avuto la sua immagine nella testa circa un mese fa, suonando il mio pianoforte dopo tanto tempo! XD 
Ebbene sì, dopo anni di oblio, il "dottore dei pianoforti" gli ha fatto visita per donargli una nuova vita: è stata una gioia ascoltare il mio vecchio, caro piano resuscitato... un po' meno scoprire di quanto esercizio avesse nuovamente bisogno la sottoscritta -__-" 

Baby Fatina OOAK sul Pianoforte di Celidonia

Ho studiato pianoforte da bambina, dai sei ai quattordici anni, con una certa dedizione e serietà. Ma sono passati tanti anni e le mie mani sono diventate più brave a modellare la pasta sintetica piuttosto che a pigiare i tasti! :D 

Così è stato più semplice prendere un po' di Living Doll e creare questa nuova ooak Fairy, pura espressione del momento, piuttosto che far musica ^^ 

Baby Fatina OOAK in Pasta Sintetica - W.I.P. by Celidonia

Eppure, checché ne dica la piccola Fatina, io mi sono divertita un mondo a suonare di nuovo ^^ Tanto che mi piacerebbe, in futuro, creare qualche melodia d'accompagnamento per i miei video tutorial su YouTube, scritta su misura per loro. Uhm, ehm... E fu così che tutti gli iscritti al canale fecero la fine della piccola Fatina, con le mani sulle orecchie -__-" Ma niente paura! Non ho la strumentazione necessaria, né pianoforte né tastiera digitale, quindi per il momento siete salvi! :D 

Baby Fairy OOAK in Pasta Polimerica by Celidonia - Daniela Messina

Tornando alla nostra piccola Fata, sapete che Mairitales sostiene che in realtà sia un maschietto? Anche se ha i pantaloncini rosa e due piccoli codini! In effetti, sebbene quando ho iniziato a modellarla pensavo a una Fatina, dopo che Roberta me l'ha fatto notare il dubbio che sia un maschietto è venuto anche a me. Voi cosa dite? Se così fosse, sarebbe il primo "Fatino" di Celidonia! ^__^

martedì 15 settembre 2015

Miniatura in Scala 1/48 - Mini Scultura in Pasta Sintetica

Nel mondo delle case di bambola la scala 1/12 è la più famosa ma esistono anche altre scale, come la 1/48. La mini doll che vi presento oggi appartiene a quest'ultima e mi è stata commissionata dalla bravissima miniaturista Genziana Bellè, specialista in mini ambienti 1/48 (e nella microscopica 1/144) curati nei minimi dettagli, come potete vedere nel suo negozio di cesti sulla sua pagina facebook Genziana Bellè wicker miniature

Mini Doll in Scala 1/48 - Mini Scultura by Daniela Messina - Celidonia

Conosco Genziana da tanti anni, ci siamo incontrate spesso a Paris Création e ci vediamo sempre a Miniaturitalia, e so quanto sia raffinato ed esigente il suo gusto di collezionista oltre che di miniaturista. Per questo, quando mi ha chiesto un personaggio anni '50, una lady ispirata a Audrey Hepburn per il suo negozio vintage in scala 1/48, ne sono stata sia onorata che spaventata. Io in quella scala faccio Micro Fatine, i miei Topini sono altrettanto piccini, e sono tutti ooak, ma non avevo mai fatto una doll ooak vestita di tutto punto e con le scarpe a décolleté  in una misura tanto piccola!

Mini Doll in scala 1/48 - work in progress

Mi sono armata di coraggio e ho iniziato l'avventura, con buona pace dei miei poveri occhi! :D Ho disegnato il progetto e preso in mano la pasta sintetica, il Living Doll della Super Sculpey in questo caso. Gli occhi e le sopracciglia che vedete nel volto dell'immagine qui sopra sono in Fimo bianco e nero, invece. Nelle foto spesso è difficile cogliere l'effettiva misura, perché sono molto ingrandite, ma i quadretti che vedete sotto al volto sono gli stessi della pagina del disegno, e l'ago del quale si vede la cruna non è un ago da lana, ma quello con cui cucio i vestiti delle mie doll in scala 1/12 ^_^

Mini Doll in scala 1/48 - work in progress

Sono stata così folle che ho voluto metterle anche lo smalto. Dopotutto, una lady non può mica permettersi di andare in giro senza, non credete anche voi? :D 
Ma i problemi maggiori sono arrivati al momento dell'abito: ogni stoffa era troppo spessa e rigida, così ho dovuto modellarlo in pasta sintetica, cercando di rendere il più possibile l'effetto della vera stoffa, creando una texture e opacizzando la pasta. 
I capelli sono in viscosa. Sebbene questo materiale sia morbidissimo e sottilissimo, come potete vedere dalle foto, in questa scala è quasi troppo spesso! 

Mini Doll Lady anni 50 - Mini scultura in scala 1/48 modellata in pasta sintetica

Lavorare in misure tanto piccole è appassionante. Ma un'ora di lavoro in questa scala stanca come una giornata passata a modellare una scala più grande! Quindi in questi giorni "riposerò" gli occhi lavorando a miniature meno mini e progettando il prossimo video tutorial per inaugurare l'inizio del secondo anno dell'avventura di Celidonia Studio su YouTube. Non perdete di vista il canale, mi raccomando, perché stiamo per tornare ^_^ Il Topino e il Coniglietto sono già qui che saltellano impazienti di presentare! :D 

La piccola Lady, invece, è impaziente di visitare il suo negozio vintage. Secondo me ha intenzione di fare un sacco di acquisti! Voi che dite? ^__^ 

giovedì 10 settembre 2015

Dove nasce l'Ispirazione?

Una delle domande più frequenti che mi viene posta è "dove prendi l'ispirazione per le tue Fate e le tue piccole creature?" Chi mi conosce sa che viene dai Boschi e da tutti gli amici visibili e invisibili che ai Boschi appartengono. Può essere l'incontro di un istante con una Farfalla o anni trascorsi vicino a un essere speciale che ha scelto di condividere la sua vita - o parte di essa - con me. 

Farfalle e Libellule nel Bosco - Foto by Celidonia - Daniela Messina
Farfalle e Libellule nel Bosco
L'Ispirazione per me viene sempre dall'incanto che si prova quando si è vicini a quella Bellezza che è sinonimo di Verità. Quando il velo si solleva per un attimo e ci mostra l'infinito. Keats, nella sua Ode su un'Urna Greca lo dice molto meglio di me :)

« Beauty is truth, truth beauty, - that is all
Ye know on earth, and all ye need to know. »

[Bellezza è verità, verità è bellezza, - Questo è tutto
ciò che sappiamo sulla Terra, ed è abbastanza.]

Fate e More Selvatiche dal Bosco - Art Dolls by Celidonia
Doni dal Bosco, More Selvatiche
Quest'estate, durante le mie vacanze in campagna, ho passeggiato a lungo nei Boschi, raccolto more, conosciuto nuovi amici. Il piccolo Boschetto di Querce, che visito da quando ero bambina, si rinnova di magia ogni anno e ad ogni passo qualche creatura sconosciuta si svela: la Farfalla Icaro, Polyommatus Icarus, in costante movimento e difficile da osservare, ha posato per uno scatto, e - magia! - le aeree Libellule si sono fatte immortalare. Anche la più comune Maniola Jurtina è stata ferma a lungo per farsi fotografare. Questi doni valgono bene qualche (hem... più di qualche) puntura di zanzara, compresi l'incontro ravvicinato con un paio di calabroni e le gambe graffiate dai rovi. E poi me ne torno a casa con il dono più dolce, un cestino pieno di More! Cosa si può desiderare di più? ^_^

Gatto e Fatina in Giardino - by Celidonia - Daniela Messina
Incontri Fatati in Giardino
Un Gatto in Giardino! ;D Quest'anno abbiamo avuto un ospite inatteso, arrivato la notte della Luna Blu: un meraviglioso, coccolosissimo e affamatissimo gattone tigrato! Il nostro giardino gli è piaciuto talmente tanto che ha deciso di stabilirvisi in pianta stabile. Sarà stato merito delle Fate? Comunque ha detto che, se facciamo i bravi, possiamo restare anche noi ^^ 

Fatina delle Rondini - By Celidonia - Daniela Messina
Tra Rondini e Fate
E poi ci sono loro, le Rondini, che con Celidonia condividono l'origine greca del nome. Il nome del fiore celidonia, infatti, viene dal greco chelidòn che significa rondine. Forse perché fiorisce nello stesso momento in cui arrivano le Rondini, o forse perché il fiore, dal cui stelo esce un lattice giallo aranciato, viene strofinato sugli occhi dei piccoli rondinotti dai genitori, per farglieli aprire. O almeno così si dice.

Sarò riuscita a spiegare un pochino da dove arriva per me l'ispirazione? Non sono sicura di esser riuscita a parole, anche perché più che altro vi ho raccontato cos'ho fatto in vacanza! XD Ma spero, attraverso queste immagini, di aver portato fin qui il messaggio dai Boschi ^_^

E voi, qual è la vostra idea riguardo l'ispirazione? Cos'è che vi spinge a creare e a trasformare l'invisibile in visibile? Esiste un'origine comune? Se vi fa piacere, parliamone insieme nei commenti!