venerdì 30 gennaio 2015

Codibugnolo in Scala 1/12 - Mini Scultura in Pasta Sintetica

Le nuove miniature che presenterò a Miniaturitalia sono già apparse nel video pubblicato qualche giorno fa, ma pian piano dedicherò ad ognuna di loro un post con le foto. Non so se riuscirò a pubblicarle tutte prima della fiera, ma m'impegnerò! :D 

Lui è un piccolo Codibugnolo posato su un melograno maturo. Il Codibugnolo è un uccellino graziosissimo, minuscolo e con la codina lunga, lunga - da cui il nome inglese Long-Tailed Tit :)

Codibugnolo in scala 1/12 - Mini scultura di Daniela Messina - Celidonia

Modellarlo e dipingerlo è stata una sfida più dura del solito, perché questo uccellino è sensibilmente più piccolo dei suoi cugini Pettirossi e Cinciarelle. Con le Cinciarelle, però, va molto d'accordo e spesso vivono insieme :)

Per dipingere il piumaggio ho... fatto lo scalpo a un pennello! :D Nel senso che ho tagliato tutte le setole tranne una, con la quale ho prelevato delle micro quantità di colore acrilico specifico per modellismo ^^

Codibugnolo in scala 1/12 - Mini scultura di Daniela Messina - Celidonia

Il melograno, invece l'ho colorato con i pastelli morbidi per artisti. Questa miniatura nasce dalla visita di un Codibugnolo sul mio balcone, avvenuta qualche tempo fa. Era arrivato proprio per nutrirsi con le bacche del melograno... Poco dopo è arrivata anche una Cinciarella, ma lei sarà protagonista di un prossimo post ;) 

lunedì 26 gennaio 2015

Coniglietti, Topini, Fatine e altri Mini-Amici a Miniaturitalia

Qui nel mondo di Celidonia siamo tutti occupatissimi: i Coniglietti mi aiutano a inscatolare, i Topini corrono qua e là trasportando interi panetti di pasta sintetica, i Pettirossi volano alti a controllare che sia tutto ok e le Fatine tengono in mano gli strumenti come bacchette magiche, spargendo Polvere di Fata per sollevare gli animi!

Miniaturitalia si avvicina e - indovinate un po'? - neanche a dirlo, abbiamo ancora tanto lavoro da fare e tante cose da sistemare. Abbiamo trovato il tempo, però, di riunirci tutti in un video, appena pubblicato sul canale YouTube di Celidonia Studio: ogni miniatura voleva presentarsi, in attesa d'incontrare di persona ognuno di voi... cioè, chi verrà a trovarci :)


E, per chi non potrà venire, vi racconteremo tutto al ritorno, magari con un nuovo video dedicato alla fiera :) 

Qualcuno, vedendo insieme il Coniglietto e il Topino, forse ricorderà una delle mia prime mini sculture, che si chiamava "L'Abbraccio". Ve la ricordate? Era sul blog Fairydoor. Sempre un Coniglietto, sempre un Topino, sempre in scala 1/12 - ma abbracciati. In questo nuovo lavoro li ho sorpresi un attimo prima di baciarsi: è una naturale evoluzione del primo. 

Naturalmente, in tanti anni c'è stato uno cambiamento tecnico e di stile (e di ore di lavoro, e di diottrie... XD ) ma quel che non cambia è lo spirito. È l'amore che tutte le piccole creature naturalmente mi ispirano, la bellezza che mi rapisce e che cerco di evocare attraverso le mie mini sculture. Ognuna di loro nasce da un incontro vero e autentico ed è l'aver condiviso la mia vita con una Coniglia e con un Topino meravigliosi che mi ha portata a far nascere le miniature che abitano il mondo di Celidonia. Ai Pettirossi, alla Cinciarella e al Codibugnolo che vengono a trovarmi sul balcone devo tutti i mini uccellini. 

Ok, so che ve lo state chiedendo. No, non ho mai incontrato una Fata in carne e ossa ^^ Anche perché, come diceva Lucy Maud Montgomery, se le Fate fossero vere non sarebbero più Fate. Ma, modellando tutte le creature fatate, cerco di rendere visibile la parte invisibile della Natura - quella che senti quando passeggi nel Bosco. 

Riuscirò a coglierne un soffio? Non so dirlo. Come per tutti i sentieri che si percorrono nella vita, non credo che l'importante sia riuscire, ma fare. E avvicinarsi di un passo. Anzi, di un battito d'ali. 

lunedì 19 gennaio 2015

Pettirosso su Torta in scala 1/12

Il secondo pettirosso dell'anno ha preferito posarsi su una bella fetta di torta al cioccolato, farcita con panna, marmellata e ciliegie candite! :D

Pettirosso miniatura in scala 1/12 - scultura in Pasta Sintetica di Daniela Messina

I miei mini pettirossi sono un po' cambiati. Sono sempre in scala 1/12, ma ora hanno le zampine interamente modellate, con tanto di piedini e dita, e la colorazione è diventata più realistica. Per colorarli non utilizzo più i soft pastels - che ho impiegato invece per colorare la marmellata e la glassa della torta - ma colori acrilici specifici per modellismo. Questo richiede qualche ora di lavoro in più e maggiore attenzione, ma sono abbastanza soddisfatta del risultato. Voi che ne pensate di questo cambiamento? :)

Pettirosso miniatura in scala 1/12 - Scultura in Pasta Sintetica di Daniela Messina

Non mi ero mai accorta che tra il rosso del petto e il resto della colorazione c'è una sottile sfumatura azzurra, quasi indaco, come i colori del cielo all'alba, in Inverno. L'avevate mai notata? Ho cercato di riprodurla utilizzando un micro pennello a cui ho tolto tutte le setole tranne una, per colorare solo qualche piccola piuma.

Sta per nascere un altro Pettirosso, con il suo nido, poi un Codibugnolo e, se trovo i colori giusti, una Cinciarella. Ma per farli nascere presto... devo tornare subito al lavoro! :)

giovedì 15 gennaio 2015

Occhi per Bambole ooak in Pasta Sintetica - Video Tutorial

Lunedì, come promesso, ho pubblicato sul mio canale YouTube il video tutorial che spiega come fare gli occhi per bambole e fatine ooak. Arrivo un po' in ritardo a condividerlo qui sul blog, perché è un periodo di grande attività nel mondo di Celidonia: ci stiamo preparando per Miniaturitalia! Topini, Coniglietti e Fatine sono tutti in fermento... il tempo non è mai abbastanza e i giorni volano.


Nel tutorial che vi propongo ho scelto di realizzare gli occhi con il metodo delle murrine. Si possono anche dipingere (con i Genesis Color o con gli acrilici) ma questo metodo è il mio preferito, perché trovo sia più preciso e versatile. Inoltre, non si corre il rischio che i colori varino nel tempo. Per fare il cristallino ho usato la resina Magic-glos di Lisa Pavelka, che richiede la lampada UV per indurire. Ma se non avete la lampada, potete utilizzare una goccia di resina 3d (esistono varie marche nei negozi di hobbistica) oppure una goccia di pasta sintetica liquida, come ad esempio il Fimo Gel. 

Vi lascio in compagnia del video e torno a modellare le zampine per l'ultimo pettirosso :) 

venerdì 9 gennaio 2015

Workshop Miniaturitalia 2015

Avete visto quanti fantastici workshop ci sono quest'anno a Miniaturitalia? Per chi ancora non lo sa, Miniaturitalia è la fiera di miniature e dollhouse italiana, che si tiene ogni anno a Milano a Febbraio e che quest'anno giunge alla sua undicesima edizione :)

Dura tre giorni e il venerdì è dedicato ai workshop. In questi anni avrei voluto seguirli tutti, ma ho potuto partecipare soltanto ad uno, nella primissima edizione, tenuto dalla fantastica Hazel Dowd di Little People. Era un bellissimo abito da sera, ornato di mini roselline, che custodisco ancora gelosamente e fa bella mostra di sé nella vetrinetta della sala :)
Poi, essendo occupata a insegnare, mi è stato impossibile frequentarne altri... Sigh! Ma vi assicuro che varrebbe la pena farli tutti :)

Baby ooak 1/12 - Modellare Testa e Braccia - Workshop Miniaturitalia 2015

Le mie proposte di quest'anno sono tematiche: studieremo nel dettaglio come modellare il volto di un neonato nel primo ws, e come fare le braccia e le mani nel secondo ws. Ovviamente, sono per la realizzazione di bambole artistiche, conosciute anche come art dolls ooak, sono modellate in pasta sintetica e rigorosamente in scala 1:12, con tabella comparativa delle proporzioni, con la quale si potranno realizzare anche altre scale :)

Ho scelto di concentrare tempi ed energie nelle parti in cui, per la mia esperienza, si incontrano più difficoltà, specialmente quando si inizia il viaggio nel mondo del dollmaking. Non ci sarebbe il tempo per realizzare un mini bebè ooak completo - richiederebbe un'intera giornata! - ma volto ed arti superiori sono facilmente inscrivibili in altri contesti, come l'interno di un fiore (potete trovare ispirazione tra le mie Fate o nei miei tutorial su YouTube) oppure in una culla all'interno di una bellissima dollhouse o roombox :)

Noi tutti, Coniglietti, Topini, Fatine, Pettirossi e Bimbi, vi aspettiamo in Fiera il 6, 7 e 8 Febbraio! :)

mercoledì 7 gennaio 2015

La Piccola Fatina Corre in Aiuto del suo Amico Pettirosso

La micro scultura alla quale stavo lavorando negli ultimi giorni finalmente è conclusa. la Fatina ha avuto le sue ali e il Pettirosso la sua bacca. Tutt'e due la loro storia, che li unisce su un ramo innevato. È stato un uccellino posatosi sul balcone per cercare riparo a raccontarmela. Volete ascoltarla anche voi? La scrivo qui :) 

Micro Fatina e Pettirosso in scala 1/12 Modellati in Pasta Sintetica

È Inverno, ormai. La neve ha coperto tutto. Il Biancospino non ha più neanche una bacca per il povero Pettirosso. Un fiocco grande cade sull'ala, un altro gli dà un bacio gelido sul capino. E il ramo è nudo. Come farà il piccolo a nutrirsi? È stanco, affamato e infreddolito... L'Estate è un ricordo lontano.

Ma i voli e i canti scambiati con gli amici in quei mattini spensierati restano nel cuore a scaldarlo e a dare speranza per i giorni futuri... Così il Pettirosso continua a volare e cercare. Ed ecco che, nel cespuglio vicino, alcuni fiocchi che danzano nel vento si separano dagli altri e iniziano a comporre una figura, bianca e indistinta dapprima, pian piano tenuemente colorata poi. Allora l'uccellino la riconosce. È la sua antica compagna d'ali e di giochi! È venuta fin lì per soccorrerlo. 

Micro Fatina e Pettirosso in scala 1/12 Modellati in Pasta Sintetica

La piccola Fatina ha trascorso insieme al Pettirosso tutta l’Estate, tra i Boschi montani, prima di andare a colorare le bacche e le foglie in Autunno. E proprio mentre dipingeva di rosso i frutti del Biancospino assieme alle sue Fate sorelle, le è tornato alla mente il suo amico, perché le bacche avevano lo stesso colore del suo petto! Così, ne ha tenuta una per ricordarsi sempre di lui. Ma ora lui è lì, è affamato... e lei può aiutarlo. Così decide di apparire sul ramo per donarla a lui. La bacca è un frutto fatato e racchiude gli ultimi raggi caldi di sole e, mentre il piccolo stomaco dell'uccellino si riempie, il suo cuore si scalda, diventando ancora più rosso. 

Ognuno può diventare l'amico fatato di qualche uccellino, in Inverno, se ascolta i loro bisogni e si prende cura di loro, offrendo semi e granaglie, bacche e frutta, affinché possano nutrirsi e superare la stagione fredda. Loro nutriranno a loro volta il nostro animo tra poche Lune, in Primavera, con canti e danze lassù nel Cielo. 

Micro Fatina e Pettirosso - Miniatura OOAK Modellata in Pasta Sintetica

Sul mio balcone arrivano puntuali, tutti gli anni, una famiglia di Passeri e un Codirosso. Ogni tanto viene a mangiare anche una Cinciarella, dalle ali blu cobalto e il pancino giallo come il Sole, e una volta si è posato addirittura un Gheppio. Sono loro i modelli e gli ispiratori di molte mie mini sculture, ed è a loro che devo anche la nascita di questa. 

Anche voi vi prendete cura in qualche modo delle piccole creature selvatiche, in Inverno? Che storie vi raccontano e come ispirano le vostre vite? Sono sicura che - a ciascuno nel suo personale modo - ogni creatura selvatica abbia una storia importante da raccontare a noi creature umane, così addomesticate alle comodità da dimenticare a volte il vero senso della Vita. Se vi va, mi raccontate i vostri incontri nei commenti? :)