mercoledì 31 dicembre 2014

Fatina di Compleanno in Pasta Sintetica Parte 3 e Micro Fatina

Eccoci giunti al terzo e ultimo appuntamento con il video tutorial dedicato alla Fatina di Compleanno e anche all'ultimo giorno dell'anno! :) 
In questa parte daremo un corpo alla Fatina, impareremo ad applicare i capelli in viscosa, a fare l'acconciatura, a creare un abito fatato e naturalmente le prepareremo un dolce di compleanno in pasta sintetica, con tanto di candelina! ^^ 
In realtà ho pubblicato il video sul mio canale YouTube lunedì, ma riesco ad aggiornare il blog soltanto ora. Cogliamo così l'occasione per augurare buon compleanno alla Terra che, stando a quel che dice il calendario gregoriano, oggi compie un altro giro intorno al Sole :) 


Gli esseri umani sono creature bizzarre alle quali piace inventare strane cose, come quella di suddividere il tempo in giorni, mesi e anni. In particolare, sono creature con l'abitudine di uscire completamente fuori di testa allo scoccare della mezzanotte di ogni benedetto 31 dicembre. Qui nel mondo delle Fate è mezzanotte a metà della notte e "31 dicembre" non vuol dire molto! Un anno può essere lunghissimo o passare in un soffio, e ogni giorno è un nuovo inizio.

Però - come sapete - alle Fate piace tanto far festa, cantare e danzare, quindi ci uniamo ai festeggiamenti. A chi non spaventerà nessuna creatura con botti e corbellerie simili, questa notte soffieremo tanta Polvere di Fata, per un luminosissimo nuovo inizio! Anzi, ci sforziamo di usare parole umane e diciamo: addio 2014, grazie per essere stato con noi un anno intero, per tutti i sorrisi e per tutte le lacrime, perché ogni cosa ci ha reso quel che siamo e ci ha fatto arrivare qui, a dire... Benvenuto 2015! :) 

C'è un piccolo seme piantato alla fine del 2014 che germoglierà all'inizio del 2015. È una Micro Fatina piccina piccina, con il suo amico Pettirosso. Eccoli qui nel work in progress di questa mattina... chi ci segue in Instagram forse l'ha visto già ;) 

Micro Fatina e Pettirosso in pasta sintetica - work in progress by Celidonia

Oggi pomeriggio il Pettirosso ha avuto con facilità le sue ali. La Micro Fatina, invece, sta ancora aspettando le sue: ne ho fatte tre ma nessun paio era quello giusto! Vuol dire che nasceranno nel nuovo anno, sarà il mio primo buon proposito! ;) 

Qui Coniglietti, Topini e Fatine, insieme all'umana, sono curiosi: come festeggerete il vostro Capodanno? Quali saranno i vostri buoni propositi creativi per il Nuovo Anno? Noi vi facciamo i nostri più luminosi auguri! :) 

domenica 28 dicembre 2014

Scultura della Dea Sekhmet - Una commissione insolita

Ohibò! Cosa ci fa la Dea egizia Sekhmet tra le Fatine, i Coniglietti e i Topini di Celidonia? :O
In realtà è proprio questa l'insolita commissione di cui vi avevo parlato, alla quale stavo lavorando alacremente qualche notte fa e che mi ha tenuta lontana dal web e, più in generale, da qualsiasi forma di contatto sociale :)
Dea Sekhmet scultura in pasta sintetica - artdoll by Celidonia - Daniela Messina
Sebbene non avessi una scadenza precisa per consegnarla, ci tenevo a ultimarla per Natale e così è stato: è nata la mattina del 24 dicembre. 

La Dea Sekhmet è la dea della vendetta, è la leonessa che difende i suoi cuccioli. Devo raccontarvi che qui nel mondo di Celidonia, alla luce di questa notizia, Topini e Coniglietti hanno iniziato a preoccuparsi e mi hanno chiesto di modellar loro una bella criniera: almeno sono al sicuro, non si sa mai, dicono! ^^ Dite che devo dar loro ascolto?  Magari potrei iniziare modellando un Coniglietto Testa di Leone, come il coraggioso Parruccone del romanzo La Collina dei Conigli di Adams! :D 

Sulla testa della Dea c'è il disco solare e nel processo di lavorazione la potenza del sole è entrata tutta: ho rischiato di bruciarlo in cottura e, per rifare il foro che doveva accoglierlo, ho dovuto usare un ago incandescente! Il foro che avevo fatto in precedenza si era chiuso dopo aver messo i capelli, a causa della colla, e non potevo forare nuovamente la pasta sintetica con il trapano, perché avrebbe attorcigliato tutta la criniera. Ho dovuto fonderla con un ago infuocato - facendo molta attenzione a non bruciare la pasta - affinché il disco solare potesse entrare :) 

Dea Leone scultura in pasta sintetica - ooak doll by Celidonia - Daniela Messina

In Egitto si credeva che il Sole, di notte, fosse all'interno della Dea Leonessa Sekhmet, e che si potesse vedere riflesso nei suoi occhi d'ambra. La mia scultura ooak in pasta sintetica a lei dedicata nasce proprio nei giorni del Sol Invictus, appena dopo il Solstizio d'Inverno, quando la luce comincia di nuovo lentamente a nascere, vincendo le tenebre. Non l'avevo programmato e non conoscevo questo mito egizio. Ma penso che qualsiasi cosa creiamo ha una sua vita, indipendentemente da noi. L'artista è un mezzo e, guardando al processo creativo con umiltà e desiderio di conoscenza, talento e tecnica passano in secondo piano. La cosa più importante è quella scintilla di luce che arriva nella materia, rischiarando il sentiero che abbiamo scelto di percorrere nella Vita.

martedì 23 dicembre 2014

Fatina di Compleanno in Pasta Sintetica - Video Tutorial (Parte 2)

Un post veloce veloce, solo per dirvi che la seconda parte del video tutorial dedicato alla Fatina di Compleanno è online e illustrerà il modellato degli arti, quindi le braccia con le manine e le gambe con i piedini :)
Devo tornare subito a modellare, ho una commissione da ultimare e spero di finirla prima dell'alba. A che cosa sto lavorando? Ve lo racconterò in un prossimo post! ;) Ora vi lascio in compagnia del Coniglietto e del Topino presentatori, insieme alla Fatina che prende vita nel video! :)

martedì 16 dicembre 2014

Fatina di Compleanno in Pasta Sintetica - Video Tutorial (parte 1)

Con un giorno di ritardo, eccomi a scrivere il post dedicato al nuovo video tutorial. Quando ho iniziato a progettarlo, sono stata troppo ottimista: sarebbe stato bello fare una Fatina di Compleanno, tutta modellata in pasta sintetica, insieme al suo cupcake, visto che la pubblicazione del nuovo tutorial cadeva proprio il giorno in cui sono arrivata sul pianeta Terra! ^^

Fatina di Compleanno in Pasta Sintetica - Video Tutorial di Celidonia
Ciao! Sono una Fatina di Compleanno e sono fatta di pasta sintetica, come il mio cupcake! Festeggiamo insieme? :)

Ma il progetto mi ha preso la mano ed è diventato lunghissimo. Oltre 200 clip, due giorni di riprese e altri due per montare ed editare la prima parte! È stato necessario dividerlo in tre parti, così ho deciso di pubblicarle a cadenza settimanale. La prima è dedicata al modellato del volto, la seconda sarà dedicata al corpo: vedremo come si modellano le mani e le braccia, i piedini e le gambine, e infine l'assemblaggio. Nell'ultima "cucineremo" il cupcake di compleanno - in pasta sintetica, naturalmente! - le daremo un abito e una chioma dai riflessi color carota! :D

Il volto e gli arti della fatina sono modellati con il Living Doll della Super Sculpey, nella tonalità più chiara. Gli occhi sono in Fimo e resina, ma non sono compresi in questo video tutorial. Io faccio da me gli occhi per le mie bambole, ma potete trovarli già pronti online. O, se volete realizzarli, ci sono molti tutorial. Vi piacerebbe un video di Celidonia Studio sull'argomento? Scrivetemelo nei commenti, se c'è interesse lo inserirò nella lista dei prossimi! :)

Vi lascio alla prima parte. Potete vedere il video direttamente qui sul blog o nel mio canale YouTube, iscrivetevi per non perdere la prossima puntata! ;)

giovedì 11 dicembre 2014

Un Corso Magico e la Nascita delle Fate

Lo scorso fine settimana, mentre la maggior parte delle persone era in casa a decorare l'Albero di Natale, io e un gruppo di splendide fanciulle ci trovavamo in un luogo bellissimo, quello del Giardino Interiore, per dar vita a quattro piccole Baby Fatine! :) 

Seguendo la via della creatività e del dollmaking, quella che congiunge il cuore alle mani, giocando con la pasta sintetica, abbiamo acceso le nostre personali luci di Natale. 

Corso Baby Fatina in Pasta Sintetica

A Natale ci sono due tipi di luci. Quelle che si vedono con gli occhi, in vendita nei negozi per decorare l’albero, e poi ci sono le luci più intense, visibili solo dal cuore: sono quelle che illuminano il bambino che è in noi e che lo destano dopo un lungo sonno. Sono quelle che vedo sempre negli occhi delle mie allieve nel momento in cui incontrano la loro Fatina appena nata, che porta nella materia tangibile un po' del loro fanciullino interiore. In un certo senso, seguendo questa via, può essere Natale ogni giorno dell’anno. 

Konrad Lorenz diceva che Vivere è Imparare. Anche insegnare è imparare, e in un corso la divisione tra chi insegna e chi apprende non è netta ma, come nella vita, fluttuante: ognuno, insieme, impara e al contempo insegna. Perché ogni individuo porta la propria unicità, quel valore che è solo suo e che condivide con gli altri, dando spazio alla fantasia e al gioco che sono alla base di tutte le arti e le scienze. Attraverso il processo creativo, sulle ali di quattro piccole Fatine, un po' della luce che portiamo dentro se ne va in giro per il mondo, insieme alle renne. Ma senza bisogno di nessuna slitta :) 

martedì 2 dicembre 2014

Rosa di Natale Gioiello - Video Tutorial

Ho sempre amato questo piccolo fiore coraggioso che sboccia nella neve proprio nei giorni che precedono il Natale. Il mio preferito è quello bianco, lievemente sfumato di rosa, dalle antere dorate: simboleggia i colori dell'aurora e si schiude proprio nel Solstizio d'Inverno, in cui la luce rinasce. In questo nuovo video tutorial lo faremo sbocciare in pasta sintetica! :) 
Rosa di Natale gioiello in pasta sintetica - tutorial di Celidonia

L'Elleboro diventerà, così, un gioiello da portare con sé, intorno al collo, la notte di Natale, come un tesoro che le Fate donano a chi sa vedere e amare la bellezza della Natura.

Per questo fiore volevo un bianco candido, ma non troppo gessoso. L'ho ottenuto miscelando un po' di Cernit bianco porcellana con del Fimo Professional bianco. Le antere, invece, le ho modellate unicamente con il Cernit bianco porcellana, perché volevo esaltarne la trasparenza. Come al solito, vi invito a sperimentare e a trovare la "vostra" miscela o brand preferito. Se l'avete già trovata, mi raccontate la vostra esperienza? :)

Per colorare i petali  - che in realtà non sono veri petali, bensì sepali dall'aspetto petaloide - ho usato i pigmenti metallici (mica powder) rosa, verde chiaro e verde scuro. Con quest'ultimo ho evidenziato anche le venature delle foglie. Per le antere, invece, ho preferito i chalk pastels - nei colori giallo e verde chiaro - perché trovo rendano molto bene il polline.


Narra una leggenda che i Fiori dell'Elleboro sarebbero nati dalle lacrime di una povera pastorella che non aveva niente da portare alla grotta di Gesù Bambino. Da una lacrima caduta nella neve nacque un fiore candido, che prese il nome di Rosa di Natale. Nell'antica Grecia, invece, si era convinti che l'Elleboro fosse un efficace rimedio contro la pazzia. Un motivo in più per portarlo al collo durante le feste di Natale, quando, si sa, diventiamo tutti un po' matti :D

Ecco, il mio augurio è che questo piccolo fiore ci aiuti a restare savi e saggi nei giorni di caos pre-natalizio che stanno per arrivare, incoraggiandoci a mantenere l'attenzione sulle cose belle della Natura, che ci parlano del vero senso di questo momento dell'anno: una nuova nascita della luce.

Arriveranno le Stelle di Natale, l'Agrifoglio, il Vischio... ognuno con il suo messaggio. Ma io amo più di tutti questo piccolo fiore bianco, sfumato di rosa e dal cuore dorato :)

E voi? Qual è il vostro fiore dicembrino preferito, che vorreste modellare in pasta sintetica?